Navigation

Laddove non si scia più

Secondo gli esperti alla fine di questo secolo, tra una novantina d'anni, sciare sarà un'esperienza da alte quote. Keystone / Swen Pförtner

Piloni arrugginiti, terreni spianati, edifici abbandonati. È quanto resta degli impianti sciistici che hanno dovuto chiudere a causa del cambiamento climatico o per piani di sviluppo errati.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 aprile 2021 - 15:30

Un fenomeno che esiste anche in Svizzera, ma che è particolarmente marcato in Italia, dove i comprensori fantasma spesso non vengono smantellati. Molti anche gli esempi riusciti di riconversione, puntando su ciaspolate, escursioni e mountain bike, come nel caso di Cardada, sopra Locarno.

Ecco il servizio della trasmissione economica 'Tempi moderni' della RSI:

Contenuto esterno


tvsvizzera.it/fra con RSI


Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.