La televisione svizzera per l’Italia

Climaticamente neutro? Una pubblicità per ora sleale

immagine di una stazione di servizio
"L'olio da riscaldamento è climaticamente neutro", afferma lo slogan. SKS

La Commissione svizzera per la lealtà ritiene ingannevole la pubblicità che vanta i meriti di un prodotto neutro per il clima.

Secondo l’organo svizzero che vigilia sulla lealtà nella pubblicità, fino a quando non esisteranno metodi per misurare effettivamente questa promessa gli slogan che mettono in avanti una supposta neutralità climatica di un prodotto non devono essere utilizzati.

Per la Federazione dei consumatori e delle consumatrici della Svizzera tedesca (SKS), se le aziende non adeguano la loro pubblicità, la Segreteria di Stato dell’economia deve intervenire.

Recentemente la Commissione svizzera per la lealtà (CSL) ha analizzato le pubblicità di un’azienda che fornisce olio da riscaldamento e di un’altra che produce alimenti per bambini. In entrambi i casi, la CSL è giunta alla conclusione che i messaggi di marketing verdi propinati da queste due società ingannano i consumatori e le consumatrici, poiché non esistono strumenti che godono di un consenso sufficiente per misurare la sostenibilità.

+ L’oscuro mercato delle compensazioni delle emissioni di anidride carbonica

Secondo la raccomandazione della CSL, l’azienda fornitrice di olio da riscaldamento non dovrebbe più affermare che il suo prodotto è neutrale dal punto di vista climatico prima di presentare una prova completa. Dal punto di vista della produzione, dovrebbe calcolare gli effetti sul clima e dimostrare senza ombra di dubbio che sono completamente compensati – e questo secondo un metodo generalmente accettato.

Il produttore di alimenti per l’infanzia ha da parte sua utilizzato lo slogan “I nostri vasetti sono positivi per il clima”. L’azienda sosteneva che i suoi progetti di tutela ambientale compensavano le proprie emissioni di CO2. In assenza di dati e prove concrete, la CSL raccomanda all’azienda di astenersi dal fare questa affermazione.

Nessun requisito legale

Oltre a chiedere il parere della CSL, la SKS ha presentato anche dei reclami alla SECO contro la pubblicità climatica sleale. Questi sono ancora pendenti.

La fondazione ritiene che la mancanza di disposizioni di legge in materia di pubblicità ambientale sia un “problema fondamentale”. Finché le condizioni non sono chiare, la pubblicità con affermazioni “verdi” deve essere considerata sleale.

Attualità

vigile del fuoco davanti a una palazzina

Altri sviluppi

Fuochi di artificio all’origine dell’esplosione nel Canton Argovia

Questo contenuto è stato pubblicato al L'esplosione che ha devastato un parcheggio sotterraneo e parte di una palazzina a Nussbaumen è dovuta alla manipolazione e allo stoccaggio non corretti di grandi quantità di materiale pirotecnico importato illegalmente in Svizzera.

Di più Fuochi di artificio all’origine dell’esplosione nel Canton Argovia
schede elettorali

Altri sviluppi

Elezioni federali 2023: immigrazione e potere d’acquisto sono stati i temi più popolari

Questo contenuto è stato pubblicato al In occasione delle ultime elezioni svizzere, le preoccupazioni dell'elettorato riguardavano soprattutto l'asilo, l'immigrazione e il potere d'acquisto. Ad approfittarne sono stati soprattutto l'Unione democratica di centro e il Partito socialista.

Di più Elezioni federali 2023: immigrazione e potere d’acquisto sono stati i temi più popolari
uomo

Altri sviluppi

In Svizzera la scuola inclusiva “ha fallito”

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente del PLR Thierry Burkart ha chiesto l'abolizione della scuola inclusiva. "Ha fallito", ha dichiarato in un'intervista pubblicata oggi dalle testate del gruppo Tamedia.

Di più In Svizzera la scuola inclusiva “ha fallito”
Medico e paziente

Altri sviluppi

Un nuovo sistema tariffale in ambito sanitario

Questo contenuto è stato pubblicato al Considerate ormai obsolete, le tariffe per le cure ambulatoriali in vigore dal 2004 (TARMED) saranno sostituite nel 2026 dalla nuova struttura tariffale per singola prestazione TARDOC e da una struttura tariffale con importi forfettari.

Di più Un nuovo sistema tariffale in ambito sanitario
Rösti nel corso della conferenza stampa del Governo.

Altri sviluppi

“Il canone va ridotto ma non a 200 franchi”

Questo contenuto è stato pubblicato al Come compromesso all'iniziativa popolare che chiede un abbassamento della quota da destinare al servizio pubblico radiotelevisivo svizzero, il Consiglio federale propone di scendere a 300 franchi.

Di più “Il canone va ridotto ma non a 200 franchi”
Combattenti di Hezbollah.

Altri sviluppi

Israele potrebbe allargare il conflitto al Libano

Questo contenuto è stato pubblicato al Cresce il timore di uno scontro totale imminente tra Israele e gli Hezbollah libanesi, con conseguenze difficili da prevedere.

Di più Israele potrebbe allargare il conflitto al Libano
L'entrata di una filiale della banca UBS in Ticino.

Altri sviluppi

L’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS non indebolisce la concorrenza

Questo contenuto è stato pubblicato al La concorrenza in ambito bancario in Svizzera non è stata minacciata dall'acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS. È quanto comunica l'Autorità di vigilanza sui mercati finanziari al termine della sua procedura di controllo.

Di più L’acquisizione di Credit Suisse da parte di UBS non indebolisce la concorrenza

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR