Navigation

Chiesa del 2000, fedeli svizzeri critici

tvsvizzera

Nella Confederazione si vorrebbe maggiore apertura in tema di sessualità e famiglia

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 febbraio 2014 - 22:43

Non ha destato sorprese l'esito in Svizzera del sondaggio promosso da Papa Francesco e che è stato illustrato oggi dalla Conferenza episcopale elvetica. Viene confermato il divario fra le posizioni dei fedeli e la dottrina della Chiesa cattolica in tema di famiglia e sessualità che è descritto, in alcuni casi, come drammatico.

Il 90% dei partecipanti al sondaggio ritiene che i divorziati risposati debbano avere accesso ai sacramenti. Il 60% si augura che la Chiesa benedica le coppie omosessuali e nei tre quarti dei casi si sostiene l'uso di preservativo e altri anticoncezionali.

Sono state 23'636 le risposte alla ventina di domande della versione svizzera dell'inchiesta voluta dalla Santa Sede per la quale non si rilevano differenze significative tra le varie regioni linguistiche del paese (i partecipanti ticinesi sono stati 444, 233 quelli grigionesi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.