Navigation

Sacerdote indagato per abusi su colleghi

Un sacerdote attivo nella Svizzera francese è stato segnalato dalla diocesi di Friburgo per sospetti abusi sessuali di cui sarebbero stati vittime due religiosi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 febbraio 2020 - 19:07
tvsvizzera/ats/spal con RSI (TG del 5.2.2020)
Abusi sessuali all'interno della Chiesa nella Svizzera francese © Keystone / Thomas Delley


Una prima denuncia contro il prete friburghese era stata inoltrata alla polizia vodese alla fine dello scorso dicembre: un prete di origine africana - che svolgeva il suo incarico nel comune neocastellano di Peseux - aveva infatti accusato l'indagato di averlo ripetutamente molestato tra il 2008 e il 2011 a Vevey (Canton Vaud) ma nessuna inchiesta penale è stata aperta per quei presunti fatti.

Nello stesso mese il vescovo Charles Morerod ha ordinato l'avvio di un'inchiesta ecclesiastica preliminare che è stata affidata a un avvocato ginevrino, non cattolico. E nel corso degli approfondimenti istruttori è emersa un'altra vicenda risalente agli anni '90 in cui sarebbe implicato il religioso e che riguarderebbe violenze sessuali commesse su un altro prete a Torgon, nel Canton Vallese.

Contenuto esterno


Anche in questo caso la diocesi, che nel frattempo ha sospeso temporaneamente il religioso dal suo ministero sacerdotale, si è rivolta - lunedì scorso - agli inquirenti di Losanna che dovranno ora verificare la veridicità dei fatti contestati all'indagato.   

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.