La televisione svizzera per l’Italia

Centinaia di manifestanti a Berna chiedono l’adozione della legge sul clima

I manifestanti dello Sciopero del Clima chiedono agli svizzeri di dire sì alla nuova legge sul clima a Berna
Gli organizzatori della protesta affermano che circa 1'500 persone hanno partecipato alla manifestazione, indetta dal movimento Sciopero per il clima. Klimastreik

Sabato pomeriggio centinaia di persone - 1'500 secondo gli organizzatori - hanno manifestato nella capitale Berna per chiedere l'adozione della nuova legge sul clima, in votazione federale il 18 giugno prossimo.

La dimostrazione, iniziata nei pressi della stazione e conclusasi sulla Piazza federale, è stata promossa dal movimento Sciopero per il clima, che sostiene la norma anche se deplora che l’obiettivo di zero emissioni di CO2 sia stato posto per il 2050 e non prima, si legge in una nota diramata all’inizio della manifestazione.

+ tutto quello che c’è da sapere sulla legge in votazione il 18 giugno

Al corteo hanno partecipato anche il presidente dei Verdi e consigliere nazionale Balthasar Glättli e la consigliera agli Stati ecologista Lisa Mazzone.

La Legge federale sugli obiettivi in materia di protezione del clima, l’innovazione e il rafforzamento della sicurezza energetica mira a raggiungere la neutralità climatica entro la metà del secolo. Il consumo di combustibili fossili non sarà vietato, ma ridotto il più possibile. Le emissioni rimanenti dovranno essere compensate. I manifestanti si oppongono alla costruzione di nuove centrali elettriche a gas e petrolio e chiedono un massiccio potenziamento delle energie rinnovabili.

La Svizzera è in ritardo rispetto ad altri Paesi nella sua strategia per affrontare il cambiamento climatico e raggiungere gli obiettivi fissati dall’Accordo di Parigi, posizionandosi al 22° posto nel Climate Change Performance Index 2023. Una precedente proposta legislativa per ridurre le emissioni di CO2 è fallita alle urne nel 2021.

Attualità

persone che votano

Altri sviluppi

In Sudafrica si rinnova il Parlamento

Questo contenuto è stato pubblicato al Oltre 26 milioni di sudafricani sono chiamati alle urne mercoledì per eleggere i 400 membri del Parlamento, che dovranno poi a loro volta nominare il prossimo presidente.

Di più In Sudafrica si rinnova il Parlamento
donna sale su un'auto

Altri sviluppi

Nessun aiuto per la riconversione professionale di chi si prostituisce

Questo contenuto è stato pubblicato al Le persone che desiderano abbandonare la prostituzione non saranno aiutate a riconvertirsi professionalmente. Mercoledì il Consiglio degli Stati ha respinto all'unanimità una mozione del Consiglio nazionale in tal senso.

Di più Nessun aiuto per la riconversione professionale di chi si prostituisce

Altri sviluppi

Il Papa si scusa su seminaristi gay, non volevo offendere

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Papa si scusa sull'epiteto-shock riguardante i seminaristi gay, trapelato a distanza di una settimana dall'incontro a porte chiuse con i vescovi italiani in cui sarebbe stato pronunciato, e che ieri in un baleno ha fatto il giro del mondo.

Di più Il Papa si scusa su seminaristi gay, non volevo offendere
sportello postale con persona carica di pacchi

Altri sviluppi

La Posta svizzera prosegue la sua cura dimagrante

Questo contenuto è stato pubblicato al Nei prossimi quattro anni la Posta chiuderà altre 170 filiali gestite in proprio. Nell'arco di 12 anni la rete di uffici postali in Svizzera è stata dimezzata.

Di più La Posta svizzera prosegue la sua cura dimagrante
donna

Altri sviluppi

Più trasparenza nei mandati dei parlamentari? Non se ne fa nulla

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio degli Stati ha respinto martedì una proposta che chiedeva maggiore trasparenza in merito alle attività accessorie dei parlamentari e delle parlamentari.

Di più Più trasparenza nei mandati dei parlamentari? Non se ne fa nulla

Altri sviluppi

Trump verso il giorno del giudizio

Questo contenuto è stato pubblicato al Si avvicina il giorno del giudizio per Donald Trump nel caso pornostar: dopo oltre un mese di processo, mercoledì il giudice darà le istruzioni alla giuria prima che si ritiri in camera di consiglio. Una decisione è attesa entro fine settimana.

Di più Trump verso il giorno del giudizio

Altri sviluppi

Trump verso il giorno del giudizio, De Niro lo attacca

Questo contenuto è stato pubblicato al Si avvicina il giorno del giudizio per Donald Trump nel caso pornostar: dopo oltre un mese di processo, mercoledì il giudice darà le istruzioni alla giuria prima che si ritiri in camera di consiglio. Una decisione è attesa entro fine settimana.

Di più Trump verso il giorno del giudizio, De Niro lo attacca

Altri sviluppi

Il Papa si scusa su seminaristi gay, non volevo offendere

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Papa si scusa sull'epiteto-shock riguardante i seminaristi gay, trapelato a distanza di una settimana dall'incontro a porte chiuse con i vescovi italiani in cui sarebbe stato pronunciato, e che ieri in un baleno ha fatto il giro del mondo.

Di più Il Papa si scusa su seminaristi gay, non volevo offendere

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR