Navigation

Cambia il rapporto degli svizzeri con i contanti

In questo triennio l'uso della carta di debito e di credito è aumentato portandosi al 33%. Keystone / Martin Ruetschi

Gli svizzeri che hanno sempre amato pagare in contanti, durante la pandemia hanno preferito le carte di credito o di debito. Lo chiarisce uno sondaggio della Banca nazionale.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 giugno 2021 - 14:54
tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

Per effettuare i loro pagamenti, i domiciliati in Svizzera usano sempre meno il contante, che rimane tuttavia lo strumento più diffuso, e si orientano verso mezzi alternativi. La carta di debito ha acquisito maggiore importanza.

Sono questi, in estrema sintesi, i principali dati che emergono dal Sondaggio sui mezzi di pagamento 2020 realizzato dalla Banca nazionale svizzera (Bns) nello scorso autunno, dopo una prima inchiesta del 2017.

Uso del contante: -30%

"Il sondaggio mostra cambiamenti evidenti nell'utilizzo dei mezzi di pagamento", scrive la BNS nel rapporto pubblicato mercoledì. In base al numero dei pagamenti ricorrenti non regolari - ossia quelli al supermercato, al ristorante ma anche su piattaforme in linea -, il contante rimane lo strumento usato più spesso dalla popolazione, con una quota però sensibilmente diminuita rispetto al 2017: in quell'anno la proporzione era stata del 70%, lo scorso autunno del 43%.

In questo triennio l'uso della carta di debito e di credito è aumentato portandosi al 33%. A mostrare una propensione al contante superiore alla media sono, come tre anni prima, le persone domiciliate nella Svizzera italiana, quelle di 55 o più anni e quelle appartenenti a economie domestiche a basso e medio reddito.

Le app di pagamento

Le app di pagamento mostrano un'evoluzione dinamica: nel 2017 rivestivano ancora un ruolo marginale, ma da allora il loro tasso di diffusione è fortemente cresciuto (2017: 11%; 2020: 48%). Al tempo stesso, le relative quote di utilizzo in termini di numero di transazioni e di valore sono salite rispettivamente da pressoché zero al 5% e al 4%.

Cambiamenti accelerati dal Covid-19

Un terzo delle persone interpellate dichiara di aver modificato le proprie abitudini in modo durevole a causa della pandemia da coronavirus e di servirsi maggiormente delle carte di pagamento. Non è tuttavia possibile, sulla base dei dati ricavati dal sondaggio, esprimere un giudizio sull'importanza relativa del Covid-19 quale determinante dei cambiamenti intervenuti, sottolinea la banca centrale elvetica.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.