Navigation

Internet nemico della vita sessuale delle coppie

Nell’era digitale e del porno online cadono tabù, ma si creano nuovi problemi che minacciano la sfera sessuale.

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 febbraio 2020 - 15:22
Sandy Sulmoni e Gianmaria Giulini, RSI
Contenuto esterno


Si fa meno sesso in Svizzera, anche a causa di internet. "Una coppia su quattro soffre di calo del desiderio e non è una percentuale bassa", specifica lo psicoterapeuta Antonio Bellinzas. Questo può essere spiegato non solo dalla vita sempre più frenetica, ma anche da un terzo incomodo chiamato smartphone. Il cellulare, che spesso portiamo a letto, è un grande elemento di disturbo.

La pornografia e il calo del desiderio

La pornografia oggi è sempre più accessibile. Ma se inizialmente lo stimolo ottenuto da questi contenuti può accendere la passione, alla lunga ha un effetto contrario. Inoltre "le donne possono sentire di avere una rivale in casa", spiega la psicologa Barbara Rossi.

Ecco l'approfondimento trasmesso dal telegiornale:

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.