Navigation

Pestaggio a fine partita a Bellinzona

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 09 novembre 2018 - 09:57
tvsvizzera/spal con RSI (Quotidianiano dell'8.11.2018)

Una rissa scoppiata domenica alla fine di un incontro di Quinta lega ha fatto tornare lo spettro della violenza nel calcio regionale nella Svizzera italiana.

Ai primi tafferugli verificatesi tra i giocatori di Codeborgo e Makedonjia è seguita un'invasione di campo da parte di spettatori e accompagnatori che hanno preso di mira un calciatore della selezione di quartiere bellinzonese.

Il giocatore, secondo testimoni, avrebbe subito un vero e proprio pestaggio tra lo stupore delle persone presenti all'ex campo militare della capitale cantonale.

Da parte sua la squadra composta da sportivi di origine macedone rigetta la ricostruzione dei fatti e si rimette a quanto riferito nel rapporto dell'arbitro, che però potrebbe non aver visto l'intera scena.

La Federazione calcio ticinese ha disposto l'apertura di un'inchiesta per far luce su questo triste episodio, non il primo che avviene tra le squadre che militano nelle leghe minori o nel calcio giovanile in Ticino.  

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.