Navigation

Caccia ai passatori

Nella Svizzera orientale già fermati oltre 100 persone accusate di lucrare sui migranti. Ma il fronte caldo resta comunque il Ticino

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 settembre 2015 - 20:22

I flussi migratori di cui si è parlato a Berna hanno portato anche in Svizzera a un aumento dell'attività criminale dei passatori. In particolare nella Svizzera orientale, dove quest'anno sono stati fermati 105 presunti passatori, oltre il doppio rispetto allo scorso anno.

Il fronte caldo rimane tuttavia il Ticino dove nel 2015 i soggiorni i soggiorni illegali sono già stati oltre 8000, più della metà di quelli registrati in tutto il paese. Ma, se a sud i dati restano stabili, il fronte orientale diventa sempre più caldo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.