Navigation

Brunner lascia la presidenza dell'UDC

Per il suo posto si profila la candidatura forte del parlamentare federale Albert Rösti

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 gennaio 2016 - 21:01

A sorpresa Toni Brunner non si ricandiderà alla presidenza dell'UDC ad aprile, mese in cui termina il suo secondo mandato alla testa dell'ex partito degli agrari. La decisione del consigliere nazionale sangallese, che cade in uno dei momenti più felici per la formazione politica di destra, è stata annunciata al termine della riunione della dirigenza democentrista che si è tenuta a Horn, nel Canton Turgovia.

Per il suo posto la direzione del partito propone il consigliere nazionale bernese Albert Rösti, responsabile della campagna UDC alle federali d'ottobre. Toni Brunner ha spiegato di voler lasciare la presidenza per dedicarsi maggiormente all'attività parlamentare e ai suoi impegni professionali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.