Brienz-Brinzauls Il villaggio che scivola a valle perde la prima casa

Stalla di campagna fotografata dal basso; si vedono crepe

Il primo edificio per il quale si è reso necessario l'abbattimento.

RSI-SWI

Lunedì è stato abbattuto il primo edificio a Brienz, il villaggio del canton Grigioni che scivola a valle di oltre un metro ogni anno. Per gli ottanta residenti nella frazione di Albula, nell'omonima regione, rimane l'incertezza.

Vista di una montagna in gran parte franata, in lontananza, sfocata. In primo piano dispositivo elettromeccanico

Lo strumento di misura che veglia sulla frana.

© Keystone / Gian Ehrenzeller

Brinzauls in romancio, Brienz in tedesco: il reportage della RSI ci porta in questo nucleo dal destino segnato, dove un abitante entra per l'ultima volta nella stalla che dovrà abbandonare. "Da due o tre anni mi sembra che il movimento della montagna si intensifichi", commenta l'uomo.

I segni -ovvero le crepe nei muri- sono ovunque: sotto osservazione da quasi un secolo, Brienz è edificato su materiale friabile depositato sulla roccia e da vent'anni scivola alla velocità di quasi dieci centimetri al mese.

Tuttavia, riferisce il sindaco Daniel Albertin, chi vive qui è ancora al sicuro, "altrimenti avremmo già ordinato l'evacuazione. Abbiamo un sistema di monitoraggio molto avanzato e il dispositivo di sicurezza è pronto".

Ma con quali prospettive? Quello di lunedì è solo il primo addio: in agosto toccherà una seconda casa.


Nel servizio RSI, le interviste al sindaco di Albula Albertin e al direttore dell'Assicurazione dei fabbricati del canton Grigioni Markus Feltscher.


Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

Parole chiave