La televisione svizzera per l’Italia

Brevetti sui vaccini: comitato ONU critica la Svizzera e altri Paesi occidentali

persone si vaccinano
In alcuni Paesi meno dell'1% della popolazione ha ricevuto una dose di richiamo contro il Covid-19. Copyright 2022 The Associated Press. All Rights Reserved.

La Svizzera e altri Paesi occidentali hanno violato il diritto internazionale rifiutandosi di revocare la proprietà intellettuale sui vaccini contro il coronavirus. Lo afferma un comitato dell'ONU, secondo cui Berna non ha onorato i suoi impegni in termini di garanzia di non discriminazione.

In una decisione resa nota giovedì a Ginevra, il Comitato delle Nazioni Unite per l’eliminazione della discriminazione razziale, che non si esprime però a nome dell’ONU, se la prende pure con gli Stati Uniti, il Regno Unito e la Germania.

Le minoranze e i gruppi esposti a violazioni della Convenzione contro le discriminazioni razziali sono stati maggiormente colpiti, a suo avviso. In diversi Paesi in via di sviluppo, meno dell’1% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di richiamo.

+ L’accesso alla scienza è un diritto umano?

La quota nel mondo intero ha invece raggiunto un terzo, ha aggiunto il comitato. “Le sfide attuali di ineguaglianza possono essere significativamente attenuate condividendo l’accesso ai diritti di proprietà intellettuale” su tutte le tecnologie contro il Covid-19, ha affermato.

Accordo attuale insufficiente

Nel corso di una riunione presso l’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) nel giugno 2022, la Svizzera e altri Stati avevano accettato una revoca provvisoria dei brevetti sui vaccini per cinque anni, ma soltanto dopo due anni di pandemia.

Secondo il Comitato dell’ONU, composto da 18 esperti ed esperte indipendenti le cui opinioni non sono vincolanti, questo accordo è però insufficiente.

“Non ci si spinge abbastanza lontano per affrontare gli alti tassi di morbilità e mortalità dovuti al Covid-19 in tutto il mondo tra gli individui e i gruppi più vulnerabili alla discriminazione razziale”, hanno dichiarato in una nota.

Di fronte a questa situazione, il comitato ha invitato “gli Stati del Nord, in particolare la Germania, la Svizzera, il Regno Unito e gli Stati Uniti, a rinunciare ai diritti di proprietà intellettuale relativi a vaccini, trattamenti o tecnologie mediche legate alla pandemia di Covid-19”.

Il comitato ritiene che il Covid-19 rimanga “un grave problema di salute pubblica i cui devastanti effetti negativi colpiscono in modo sproporzionato gruppi e individui vulnerabili alla discriminazione razziale”.

Attualità

Manifestazioni contro Netanyahu.

Altri sviluppi

Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas

Questo contenuto è stato pubblicato al Mandati di arresto nei confronti del premier israeliano Benjamin Netanyahu e il suo ministro della Difesa Yoav Gallant come anche del leader di Hamas Yahya Sinwar per "crimini di guerra e crimini contro l'umanità".

Di più Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas
La locomotiva Re 4/4 II

Altri sviluppi

Un’icona svizzera viaggia verso la pensione

Questo contenuto è stato pubblicato al Le locomotive RE 4/4 II dopo oltre 60 anni di apprezzata carriera nei prossimi anni verranno dismesse dalle Ferrovie federali svizzere.

Di più Un’icona svizzera viaggia verso la pensione
I soccorritori sul luogo dell'incidente dell'elicottero in cui viaggiava il presidente Raisi.

Altri sviluppi

Teheran conferma la morte del presidente Raisi

Questo contenuto è stato pubblicato al Il leader iraniano è morto nell'elicottero caduto in una regione montuosa nei pressi del confine con l'Azerbaigian.

Di più Teheran conferma la morte del presidente Raisi
Panoramica del teatro romano di Augusta Raurica, vicino a Basilea.

Altri sviluppi

La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica

Questo contenuto è stato pubblicato al Nella Giornata internazionale dei musei, rievocazioni e laboratori per imparare a fare il pane o a decorare calici come si faceva duemila anni fa.

Di più La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica
Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann

Altri sviluppi

“Il cinema svizzero può fiorire”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Di più “Il cinema svizzero può fiorire”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR