Navigation

Pavoncella uccello dell'anno 2019

Il "ciuffo" è uno dei suoi tratti distintivi; nel 2018 si contavano 206 coppie nidificanti © Michael Gerber, all rights reserved

La pavoncella è stata designata uccello dell'anno 2019 da BirdLife Svizzera. Adattatasi ai campi coltivati dopo la bonifica dei prati umidi, dove un tempo viveva, questa specie è ora minacciata di estinzione. È quanto scrive l'associazione in una notaLink esterno diffusa mercoledì.

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 gennaio 2019 - 21:30
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 16.01.2019)

Ha un lungo ciuffo di piume sul capo e riflessi violetti nelle parti scure del piumaggio cangiante. Con l'intensificarsi dell'agricoltura, che comporta molteplici passaggi di macchinari nei campi e l'utilizzo di pesticidi, la pavoncella è quasi totalmente scomparsa in Svizzera.

Nel 2005, nel Paese, si contavano solamente 83 coppie di Vanellus vanellus (questo il nome scientifico latino). Grazie però alla salvaguardia dei siti di nidificazione (garantita da una collaborazione tra associazioni per la natura e agricoltori) il numero di coppie nidificanti è risalito a 206 nel 2018.

Ma gli effettivi sono ancora troppo pochi, avverte BirdlifeLink esterno, per scongiurarne l'estinzione senza il sostegno di contadini e appassionati.

Contenuto esterno

"Sfortunatamente", scrive l'associazione, persiste "la tendenza a colmare le depressioni umide nei campi coltivati e nei prati, veri biotopi che costituiscono siti di alimentazione importanti non solo per le pavoncelle".

Birdlife conta 65'000 affiliati appartenenti a 18 tra organizzazioni nazionali e associazioni cantonali (come FicedulaLink esterno nella Svizzera italiana) e 440 sezioni locali, impegnate nella protezione degli uccelli e della natura.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.