Navigation

Un ospite invasivo nel Verbano

Contenuto esterno

Delle colonie di pectinatella magnifica, un mollusco originario del Nord America, sono state individuate nel lago Verbano, vicino all'area naturale protetta delle Bolle di Magadino. È forse il primo segnale della usa presenza a sud delle Alpi e il cantone sta effettuando interventi di gestione per contenerne l'espansione.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2020 - 10:50

Le colonie di pectinatella magnifica sono aggregazioni di minuscoli invertebrati. Non sono pericolose per gli esseri umani ma una loro espansione potrebbe avere un impatto importante. Oltre a competere con le specie autoctone, questa specie, nutrendosi di plancton, potrebbe chiarificare le acque, provocando una reazione a catena sull'ecologia del lago. Rischia inoltre di provocare danni alle condotte e, nonostante il nome, ridurre il valore estetico delle rive.

Il cantone sta dunque intervenendo per gestire questo nuovo ospite. Un'eradicazione è però inverosimile.

Fabio Lepori, ricercatore dell'Istituto scienze della terra della Scuola Universitaria professionale della Svizzera italiana, sottolinea come l'espansione di questa specie sia un fenomeno globale e, in quanto tale, praticamente impossibile da contenere. A Tenero, finora l'unico luogo dove è stata trovata in Ticino (e probabilmente a sud della Alpi), potrebbe essere arrivata attaccata a un'imbarcazione o portata dagli uccelli migratori che si fermano con piacere alle Bolle di Magadino.

La  sua espansione continuerà con ogni probabilità in direzione sud, verso l'Italia.

tvsvizzera.it/Zz con RSI (Quotidiano del 26.07.2020)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.