Navigation

Sergio Ermotti si congeda dall'Ubs

Keystone / Alessandro Della Valle

Lunga intervista al manager ticinese che a fine mese lascia l'Ubs, la principale banca elvetica di cui ha retto il timone per nove anni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 ottobre 2020 - 09:37
tvsvizzera/spal con RSI

Periodo in cui Sergio Ermotti, che in passato ha ricoperto ruoli dirigenziali anche a Unicredit a Milano, ha corretto in parte la rotta del gruppo bancario, all'indomani della grave crisi finanziaria internazionale innescata dai titoli spazzatura subprime negli USA.

Sotto la sua guida l'Ubs si è concentrata su attività maggiormente remunerative, in particolare su certi segmenti della gestione patrimoniale a livello globale e svizzero.

Sul fronte giudiziario invece il ceo uscente ha dovuto confrontarsi con i vari contenziosi in cui era coinvolta la banca con le autorità fiscali di diversi paesi, soprattutto nello strategico mercato statunitense, costati al gruppo la ragguardevole somma di 12 miliardi di franchi.

Contenuto esterno

Lascia in eredità al suo successore il procedimento con Parigi, con cui la banca elvetica non si è accordata e ora dovrà affrontare un complicato appello.

La nuova sfida per il manager ticinese è a Swiss Re, il gruppo svizzero leader sul mercato riassicurativo mondiale, di cui sarà presidente del Cda dal prossimo mese di aprile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.