La televisione svizzera per l’Italia

Banche, verso un meccanismo pubblico di garanzia della liquidità

vetrata con loghi credit suisse e ubs
Il matrimonio forzato tra Credit Suisse e UBS farà parlare di sé ancora per anni. © Keystone / Georgios Kefalas

La Svizzera vuole introdurre un nuovo strumento per gestire eventuali crisi che colpiscono le banche di importanza sistemica. Il Governo propone di adottare il "public liquidity backstop" (PLB), un meccanismo pubblico per garantire liquidità, utilizzato per Credit Suisse come misura di emergenza.

Questo strumento fa già parte del quadro standard internazionale di gestione delle crisi bancarie. Nel marzo 2022, il Consiglio federale aveva già definito le linee guida per l’introduzione di tale sistema. Il salvataggio di Credit Suisse, tuttavia, ha accelerato il processo.

Dato che le garanzie statali di liquidità non sono disciplinate in Svizzera a livello normativo, lo scorso marzo il Consiglio federale è intervenuto emanando un’ordinanza, basata sul diritto di necessità, per porre le basi legali per il PLB, così da scongiurare il fallimento di Credit Suisse e permetterne l’acquisizione da parte di UBS.

Il progetto, annunciato giovedì e inviato in consultazione prima di sottoporlo al Parlamento, ha lo scopo di trasporre nel diritto ordinario, mediante modifica della legge sulle banche, il contenuto dell’ordinanza, ossia le disposizioni sul PLB e altre misure adottate a sostegno del matrimonio forzato fra i due leader elvetici del settore.

Rafforzare la fiducia

Il “public liquidity backstop”, spiega il Governo, entra in gioco quando la liquidità propria di una banca non basta più per soddisfare i suoi obblighi finanziari e, secondariamente, quando le possibilità della banca centrale di prestare aiuti in cambio di sufficienti garanzie sono esaurite. Inoltre, consente all’istituto d’emissione di predisporre ulteriori fondi liquidi garantiti dallo Stato. L’importo viene stabilito nel singolo caso e a seconda delle circostanze. Questo strumento intende contribuire alla fiducia degli investitori e della clientela anche in caso di crisi.

Il suo utilizzo è previsto per le banche di rilevanza sistemica, categoria della quale, in Svizzera, oltre ai promessi sposi Credit Suisse e UBS, fanno parte pure PostFinance, Raiffeisen e la Banca cantonale di Zurigo. Questo perché, ricorda l’esecutivo, una situazione di emergenza o un fallimento di una di esse può comportare notevoli squilibri nel sistema finanziario e gravi danni per l’economia svizzera.

Nel caso di Credit Suisse, acquisito da UBS per 3 miliardi di franchi, la Confederazione ha fornito una garanzia per i 109 miliardi di franchi messi a disposizione delle due banche, di cui 100 miliardi sotto forma di PLB. Oltre a queste garanzie statali, la Banca nazionale svizzera aveva già anticipato 150 miliardi di franchi di liquidità aggiuntiva, non garantita dallo Stato.

Attualità

carro armato

Altri sviluppi

Carri armati israeliani nel centro di Rafah

Questo contenuto è stato pubblicato al Malgrado le condanne giunte da tutto il mondo dopo l'attacco di domenica notte, nel quale sono morti decine di civili, l'esercito israeliano prosegue le operazioni nel sud della Striscia di Gaza.

Di più Carri armati israeliani nel centro di Rafah

Altri sviluppi

Un alunno su sei è in sovrappeso

Questo contenuto è stato pubblicato al Il sovrappeso e l'obesità rimangono una sfida per i bambini e gli adolescenti. Secondo un monitoraggio che si riferisce all'anno scolastico 2022/23, un alunno su sei ha problemi con la bilancia.

Di più Un alunno su sei è in sovrappeso

Altri sviluppi

Quasi un terzo degli svizzeri ha già litigato coi vicini, sondaggio

Questo contenuto è stato pubblicato al Secondo un sondaggio in Svizzera quasi un terzo della popolazione ha già vissuto liti con il vicinato. I motivi più comuni sono l'eccesso di rumori, problemi con la lavanderia, infrazioni delle regole sui posteggi e diatribe riguardanti la proprietà di terreni.

Di più Quasi un terzo degli svizzeri ha già litigato coi vicini, sondaggio
bandiere in un viale

Altri sviluppi

Le spie vanno espulse sistematicamente

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio degli Stati ha approvato lunedì una mozione che prevede di rafforzare i meccanismi di espulsione per gli agenti stranieri.

Di più Le spie vanno espulse sistematicamente
Tre donne prese di schiena in un centro federale d'accoglienza.

Altri sviluppi

Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le donne afgane continueranno in linea di principio a ricevere asilo in Svizzera. La prassi attuale della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) potrà essere sostanzialmente mantenuta.

Di più Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR