La televisione svizzera per l’Italia

Axpo rinuncia al credito quadro di 4 miliardi

logo axpo
Utile netto sestuplicato per la grande azienda. © Keystone / Michael Buholzer

Risultati da capogiro per Axpo, che ha deciso di rinunciare all'aiuto statale da 4 miliardi di franchi.

Il credito quadro di 4 miliardi di franchi concesso al gruppo energetico Axpo nell’autunno 2022 è stato annullato dal Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC) il primo dicembre. 

+ Mercato dell’energia, Berna sostiene Axpo con 4 miliardi di franchi

È stata la stessa azienda che lunedì ha pubblicato anche i risultati annuali, a chiedere la cancellazione di questo credito, di cui non aveva più bisogno, in quanto ha “adottato nuove misure di finanziamento e migliorato il suo profilo finanziario e la sua situazione di liquidità”, ha dichiarato il Dipartimento in un comunicato odierno. 

E in effetti i risultati lo dimostrano: il colosso energetico in mani pubbliche, che poco più di un anno fa, sentendosi vicino al tracollo, aveva chiesto e ottenuto l’aiuto di Berna, ha archiviato l’esercizio 2022/2023 (chiuso a fine settembre) con un utile netto di 3,4 miliardi di franchi, sestuplicato rispetto ai 594 milioni dei dodici mesi precedenti. 

Contenuto esterno

“In un contesto difficile la strategia si è dimostrata valida: l’azienda è più forte e le prospettive sono positive”, hanno affermato i vertici in un comunicato. La dirigenza parla di “risultati straordinariamente buoni”: l’utile operativo Ebit si è attestato a 4,1 miliardi (era di 1,7 miliardi nel 2021/2022), quello rettificato a 2,7 miliardi (392 milioni). Complice il calo dei prezzi dell’energia, i ricavi sono invece scesi lievemente (-0,9%) a 10,5 miliardi, sebbene la produzione (fonti: nucleare, idroelettrico, eolico) sia cresciuta. 

L’azienda energetica argoviese ha anche “modificato la sua strategia di copertura, nonché il suo portafoglio e la sua gestione del rischio”, ed è quindi molto meno esposta a perturbazioni che potrebbero coglierla di sorpresa. 

In seguito alla cancellazione del credito quadro, Axpo è stata esonerata da alcuni obblighi di comunicazione e dal divieto di pagare dividendi e bonus, ma è ancora tenuta a pagare l’importo forfettario annuale per la messa a disposizione dei mutui, alla pari delle altre società di rilevanza sistemica. 

Attualità

bandiere in un viale

Altri sviluppi

Le spie vanno espulse sistematicamente

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio degli Stati ha approvato lunedì una mozione che prevede di rafforzare i meccanismi di espulsione per gli agenti stranieri.

Di più Le spie vanno espulse sistematicamente
Tre donne prese di schiena in un centro federale d'accoglienza.

Altri sviluppi

Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le donne afgane continueranno in linea di principio a ricevere asilo in Svizzera. La prassi attuale della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) potrà essere sostanzialmente mantenuta.

Di più Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera
Un treno entra in una stazione di periferia.

Altri sviluppi

Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali

Questo contenuto è stato pubblicato al Per l'insieme della Svizzera, il 94,46% dei treni è arrivato a destinazione con meno di tre minuti di ritardo rispetto all'orario stabilito, contro il 94,92% nell'anno precedente. Nel settore degli autobus, il numero delle corse puntuali si situa sotto la soglia del 90%.

Di più Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali
Un cacciatore.

Altri sviluppi

Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi

Questo contenuto è stato pubblicato al L'abbattimento dei lupi nei Grigioni, a determinate condizioni, sarà estesa quest'autunno per la prima volta ai titolari delle patenti per la caccia alta.

Di più Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi
baume schneider su schermi durante discorso

Altri sviluppi

Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale e direttrice del Dipartimento federale dell'interno (DFI) Elisabeth Baume-Schneider ha invitato i membri dell'OMS a impegnarsi per un'intesa contro le pandemie.

Di più Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR