Navigation

Fuoriprogramma ambientalista in Consiglio nazionale

Una sessantina di attivisti hanno inscenato una breve manifestazione giovedì mattina nell'aula della Camera bassa del Parlamento svizzero.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 settembre 2019 - 13:06
La manifestazione è durata il tempo di un "Bella ciao" Keystone / Peter Schneider

I lavori del Consiglio nazionale erano iniziati da poco quando verso le 8.30 un gruppo di attivisti ambientalisti ha srotolato dalla tribuna degli ospiti uno striscione e ha intonato "Bella ciao".

Sul manifesto si poteva leggere la scritta "It's the Final Countdown – mancano 16 mesi". I partecipanti alla manifestazione, principalmente dei giovani, hanno persistito, malgrado gli ammonimenti a lasciare l'emiciclo della presidente della Camera, la ticinese Marina Carobbio Guscetti.

Dopo alcuni minuti sono intervenuti alcuni agenti della sicurezza che, con le buone maniere, hanno invitato i manifestanti ad andarsene. I giovani hanno lasciato la tribuna senza opporre resistenza. Gli agenti hanno in seguito raccolto alcuni oggetti, striscione compreso.

Contenuto esterno

Per contenere l'innalzamento delle temperature a 1,5 gradi, devono essere adottate misure adeguate per la riduzione delle emissioni entro la fine del 2020: il tempo insomma stringe dal momento che mancano solo 16 mesi per prendere provvedimenti, si legge in una nota degli attivisti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.