Aperto il Salone di Ginevra Ottimismo in Svizzera per l'orologeria di lusso

Malgrado le incertezze geopolitiche, si è aperto lunedì in un clima disteso il Salone internazionale dell'alta orologeria al Palexpo di Ginevra, il primo grande evento dell'anno nel mondo del lusso. 


Il relativo ottimismo si giustifica con i dati delle esportazioni svizzere di orologi, che sono andate in crescendo nel corso del 2018.

In attesa delle cifre relative all'insieme dello scorso anno, che saranno pubblicate alla fine di questo mese, è già noto che le vendite all'estero sono salite del 7,1% a 19,5 miliardi di franchi da gennaio a novembre 2018.

Una decisa accelerazione rispetto al +2,7% fatto segnare nel 2017, risultato già di per sé positivo in quanto giunto dopo due annate negative. I prodotti di lusso sembrano tornati nelle grazie dei consumatori cinesi, fattore che ha contribuito alla parziale rinascita del settore.

35 espositori per 4 giorni

Il Salone ginevrino durerà quattro giorni, fino a giovedì 17, durante i quali 35 espositori, fra cui Cartier, Piaget, Richard Mille e Montblanc, presenteranno le loro nuove collezioni. Sarà quindi l'occasione di avere una prima panoramica delle tendenze, ma anche delle aspettative, per il 2019. Tutti i marchi del gruppo Richemont sono rappresentati.

Parole chiave