Navigation

Svizzera turismo punta sui turisti della salute

La Clinica Sant’Anna di Lugano è stata inserita tra le 17 strutture sanitarie elvetiche da Svizzera Turismo, che intende "promuovere la qualità delle cure, delle infrastrutture e dell’ambiente" che questi nosocomi assicurano ai pazienti, al fine di sviluppare ulteriormente il turismo sanitario, che nella Confederazione è una costante di successo ormai da decenni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2019 - 20:09
tvsvizzera.it/fra con RSI
L'entrata della clinica di Lugano-Sorengo, una delle strutture scelte da Svizzera turismo. © Keystone / Ti-press / Samuel Golay

Svizzera Turismo informa d’aver "concluso un rapporto di partnership" grazie al quale le attività promozionali elaborate dal'’anno prossimo "andranno anche a vantaggio di numerosi operatori turistici". Svizzera Turismo, che da 15 anni è attiva nel campo della promozione delle offerte benessere conferma così l’intenzione di fare ulteriormente leva sullo sviluppo della domanda globale nel turismo della salute, ricordando che nel 2017 sono stati circa 36'000 i pazienti domiciliati all'estero che hanno soggiornato in ospedali e cliniche svizzere.

Sulla base di tale campagna, Svizzera Turismo valuta che, "appoggiando attivamente l’offerta medica", i benefici a vantaggio del turismo elvetico potrebbero progredire del 25%, attestandosi a 245 milioni di franchi entro il 2022. L’ente turistico nazionale intende lanciare una campagna di marketing internazionale dal primo trimestre dell’anno prossimo, creando pure un sito Internet, una rivista e la presenza a vari eventi in Cina, Stati del Golfo Persico e Russia. 

Intanto la Clinica Sant'Anna di Lugano si è già portata avanti, avendo inserito da tempo il russo nelle lingue del suo sito web. La struttura ticinese è del resto integrata da Svizzera Turismo in un elenco che vede presenti colossi come l’Hirslanden Klinik im Park di Zurigo, la Klinik Gut di St. Moritz o la Clinique La Prairie di Montreux.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.