Navigation

Amianto, un risarcimento

La famiglia di Markus Schwarzmann, vittima dell'amianto, ha ricevuto più di 140 mila franchi. Ma rischia di essere un caso isolato

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 dicembre 2014 - 20:01

A poche settimane dalla sentenza della Corte di Cassazione italiana sul caso Eternit, che ha assolto per prescrizione l'imputato, Stephan Schmidheiny, per la prima volta in Svizzera i parenti di una vittima dell'amianto sono stati risarciti da parte delle autorità. È successo a Glarona, dove il servizio di aiuto alle vittime ha versato più di 140mila franchi ai famigliari di un uomo morto sette anni fa. Una novità che rischia però di restare solo un caso isolato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.