Navigation

Sempre più sequestri di cannabis sintetica


Questo contenuto è stato pubblicato il 04 aprile 2020 - 16:30
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (RG-TG del 04.04.2020)

Prodotti pericolosi contenenti cannabinoidi sintetici stanno invadendo il mercato nero proprio in questo periodo di emergenza sanitaria. L'allarme è stato lanciato venerdì dalle autorità di Zurigo, che precisano come questi prodotti possano portare non solo a disturbi gastrici ma anche a problemi mentali, perdita di coscienza, attacchi cardiaci o comportamenti violenti.

Questo test in dotazione alla polizia cantonale consente di distinguere rapidamente la canapa industriale (contenente CBD e legalmente consumabile) dallo stupefacente (contentente THC e illegale). Keystone

Da inizio anno, sono in costante aumento i sequestri di canapa trattata con cannabinoidi sintetici, riferisce l'Istituto di scienze forensi di Zurigo. Il Centro di informazione sulle droghe del Cantone, che analizza la composizione delle sostanze stupefacenti, osserva la stessa tendenza e mette in guardia: anche l'hashish viene trattato in questo modo.

La produzione di sostanze chimiche di questo tipo è in aumento da oltre dieci anni, spiega da parte sua il Servizio di prevenzione delle dipendenzeLink esterno. Il loro effetto è simile a quello prodotto dal THC contenuto nella canapa naturale ma sono già tossiche se assunte in piccole quantità e in caso di overdose il compito dei sanitari è particolarmente difficile poiché non esiste un antidoto.

Contenuto esterno


Per i consumatori è impossibile distinguere a occhio nudo un prodotto completamente naturale da uno trattato con cannabinoidi sintetici. Quel che si sa è che le organizzazioni criminali li aggiungono sempre di più ai prodotti legali di canapa per poi venderli sul mercato nero a prezzi gonfiati. Specie in un periodo come questo, di penuria di canapa naturale.

+ I dettagli in questo flyerLink esterno [in tedesco]

Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.