Navigation

Aggressioni di Colonia, arrestato in Svizzera uno dei protagonisti

Un giovane di origine marocchina identificato dopo essere stato fermato per un furto a Kreuzlingen (San Gallo)

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 aprile 2016 - 21:06

Un 19enne di origine marocchina, sospettato di essere uno dei protagonisti delle aggressioni collettive a sfondo sessuale del 31 dicembre a Colonia, è stato arrestato a Kreuzlingen, nel canton Turgovia.

Il giovane, in compagnia di un amico, ha rubato alcuni prodotti in un supermercato a Costanza vicino al confine e si è diretto verso la Svizzera. Il sorvegliante del negozio, accortosi del furto, ha inseguito i giovani e ha chiesto l'intervento della polizia di frontiera tedesca che li ha fermati poco dopo la dogana.

Da un breve controllo delle guardie di confine svizzere, che hanno preso in consegna la coppia, è risultato che sul 19enne pendeva un mandato di cattura europeo per i fatti di Colonia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.