Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Acquari come terapia nelle sale d'aspetto

Alcuni studi provano che osservare i pesci ha un effetto calmante sui pazienti, specie sui bambini; l'esempio di due ospedali ginevrini

Sono sempre più numerose le cliniche e gli ospedali che installano acquari nelle sale d'attesa: alcuni studi hanno infatti provato che l'osservazione dei pesci ha un effetto calmante sui pazienti, in particolare sui bambini.

"I bambini sono attratti dallo spettacolo dei pesci", spiega Laurence Gillon, infermiera al pronto soccorso pediatrico dell'Ospedale universitario di Ginevra, "e così si dimenticano di essere in una sala d'attesa d'ospedale. Anche i genitori si rilassano e si preparano meglio alla visita medica. I bambini, poi, hanno bisogno di punti di riferimento e quelli che purtroppo tornano qui spesso sono contenti di sapere che ci sono i pesci da guardare".

Anche la clinica des Grangettes, 6 anni fa, ha installato un acquario alto 10 metri visibile da ogni piano. Una vasca di 15 mila litri che ha perfino permesso a due bambini affetti da disturbi dello spettro autistico di liberarsi dall'angoscia di essere all'ospedale

"Questi bambini", dice Miguel Maneira, direttore pedagogico, "hanno potuto aggrapparsi a un elemento per loro molto importante, cioè l'acqua. Ogni volta che un bimbo era a disagio in clinica o nelle sue relazioni con medici e infermieri, lo abbiamo portato ad ammirare i riflessi e i pesci dell'acquario. E così è diventato più calmo e fiducioso".

Secondo gli studi, la contemplazione di un acquario può aiutare anche a ridurre l'ipertensione o a favorire l'appetito dei malati di Alzheimer.

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×