Navigation

Accuse di stupro, Tariq Ramadan fermato a Parigi

Tariq Ramadan (qui in un'immagine d'archivio): "contro di me una campagna di calunnie" Keystone

L'islamologo svizzero Tariq Ramadan è in stato di fermo da mercoledì a Parigi in relazione alle denunce per stupro presentate da due donne francesi. Il teologo era stato convocato in commissariato dalle autorità. Respinge le accuse.

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2018 - 21:15
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 31.01.2018)

Ramadan è stato ascoltato dagli inquirenti "nel quadro di un'inchiesta preliminare aperta a Parigi per stupro e violenza volontaria", riferisce una fonte vicina all'indagine. Gli episodi, denunciati lo scorso ottobre, sarebbero avvenuti in Francia nel 2009 e 2012.

Una ex salafita di 41 anni divenuta militante femminista, Henda Ayari, lo accusa di averla violentata in un hotel della capitale nel 2012. La donna aveva anticipato la vicenda su Facebook e in un suo libro del 2016, senza nominarne, allora, il responsabile.

"Una relazione settaria"

Alle accuse, la difesa di Ramadan oppone tra l'altro delle conversazioni avvenute proprio sul social network, nelle quali una donna dallo stesso nome nel 2014, due anni dopo i fatti presunti, muove delle avances alle quali l'islamologo non dà seguito.

Gli avvocati di Ayari affermano che la loro assistita è rimasta sì in contatto con il 55enne, ma soltanto fino a metà 2013 e che si trattava di un rapporto spontaneo ma di una relazione settaria.

Contenuto esterno


La seconda donna, della quale non è stata resa nota l'identità, accusa Tariq Ramadan di fatti simili, in un hotel di Lione nel 2009. Insieme alla denuncia ha presentato dei certificati medici che attestano la violenza subita.

"Sono solo calunnie"

Nipote del fondatore della confraternita egiziana islamista dei Fratelli musulmani, Tariq Ramadan si è espresso pubblicamente due volte, dall'inizio della vicenda.

A fine ottobre, su Facebook, aveva denunciato una "campagna di calunnie" promossa dai suoi "nemici di sempre". Su Twitter, invece, aveva respinto accuse di abusi avvenuti negli anni 90, quando insegnava in una scuola di Ginevra.

I sospetti ginevrini

Quattro ex allieve sostengono in effetti di essere state molestate. Secondo le testimonianze riportate dalla Tribune de Genève, Ramadan avrebbe cercato di sedurre una 14enne e avrebbe avuto rapporti sessuali con altre tre, di età tra i 15 e i 18 anni.

I fatti descritti sarebbero comunque prescritti, e nessuna denuncia è stata presentata se non dallo stesso islamologo, per diffamazione.

Le prime conseguenze

L'università britannica di Oxford, dove Ramadan era docente di studi islamici, ha annunciato in novembre la sospensione del professore in attesa che si faccia luce sulle accuse a suo carico. 

La vicenda ha suscitato un vivo dibattito tra difensori e detrattori di Ramadan e di Henda Ayari. Quest'ultima ha sporto denuncia per le ingiurie e le minacce ricevute.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.