Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Abbandono nucleare, netto sì secondo il primo sondaggio

Il primo sondaggio SSR mostra una maggioranza di consensi per l'iniziativa al voto il prossimo 27

Se si fosse votato lo scorso 8 ottobre, l'iniziativa dei Verdi "Per un abbandono pianificato dell'energia nucleare", avrebbe riscosso una netta approvazione. Lo indica il sondaggio pubblicato oggi, venerdì, e commissionato dalla SSR all'istituto gfs.bern, in vista della votazione del prossimo 27 novembre. I "sì" viaggiano complessivamente su una quota del 57%, mentre i "no" sono al 36%. (Nella Svizzera italiana, rispettivamente, 57 e 29%).

Coloro che, fra gli interpellati, hanno intenzione di votare ritengono, tuttavia, che il "no" dovrebbe vincere di misura (la media vede in questo senso il "sì" al 49,7%). Il testo chiede di vietare la costruzione di nuove centrali nucleari in Svizzera e di limitare il periodo di attività di quelle esistenti.

In caso di accettazione, infatti, le due centrali di Beznau e quella di Mühleberg dovrebbero essere spente nel 2017, quella di Gösgen nel 2024 e Leibstadt nel 2029.

RSI/NEWSLink esterno/ARi/px

×