Navigation

A Ginevra l'8 marzo si celebra anche nei nomi delle strade

Mozione cantonale per intitolare strade e piazze a più donne

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2016 - 21:15

Nella giornata internazionale della donna torna d'attualità la questione della palese discriminazione dei sessi nei nomi delle strade. A Ginevra, ad esempio, sono più di 700 le vie e le piazze dedicate a uomini più o meno illustri mentre sono solo una trentina quelle che rendono omaggio all'universo femminile.

E per questo la deputata cantonale dei Verdi Delphine Klopfenstein ha inoltrato una mozione che intende riequilibrare i rapporti di forza nella toponomastica.

Anche perché all'eroina della città, Mère Royaume - che secondo la leggenda contribuì a sventare l'attacco a sorpresa delle truppe savoiarde, che nel dicembre 1602 volevano impadronirsi di Ginevra, gettando dalla finestra sui soldati il paiolo in cui stava preparando una minestra di legumi – è intitolata un'insignificante e anonima viuzza in centro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.