Navigation

"Non c'erano alternative all'abbandono della soglia minima di 1,20 (chf)"

Il presidente della Banca Nazionale Svizzera (BNS) non ha dubbi e oggi parla per la prima volta davanti ai media, a due mesi dalla decisione di abolire la soglia di cambio minimo franco-euro.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 marzo 2015 - 13:00

La BNS è cosciente che la situazione per la Svizzera si è fatta più complicata: nel 2015 ci sarà un'inflazione negativa dell'1,1% e il PIL crescerà appena dell'1%, un punto percentuale in meno di quanto precedentemente stimato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.