Navigation

"Lo Schwiizerdütsch minaccia la coesione nazionale"

Proposta provocatoria al governo del deputato ticinese Marco Romano

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 giugno 2014 - 21:49

Lo Schwiizerdütsch, la variante dialettale elvetica al tedesco, sta diffondendosi sempre di più a tutti i livelli nella Confederazione e questo fenomeno rischia di compromettere la coesione nazionale. È quanto afferma il deputato ticinese Marco Romano che ha provocatoriamente chiesto al governo federale di inserire nella costituzionale lo Schwiizerdütsch quale lingua nazionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.