Navigation

"La Confederazione fa tutto quanto è necessario per controllare le frontiere"

Bocciata la mozione che richiedeva controlli sistematici alle frontiere elvetiche

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 dicembre 2015 - 21:08

Non ha avuto alcuna chance al Consiglio degli Stati la mozione UDC che chiedeva di introdurre controlli sistematici alle frontiere, anche con il sostegno dell'esercito se fosse necessario. Un'idea che ha raccolto soltanto 6 adesioni e 37 no. Simonetta Sommaruga ha convinto la Camera Alta sostenendo che la Confederazione fa tutto quanto è necessario per controllare le frontiere e far fronte sia all'emergenza terroristica che a quella migratoria.

Sono 750mila le persone che varcano ogni giorno i confini elvetici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.