Navigation

"Evaso e guardia carceraria diretti in Siria"

Kiko Hassan e la guardia carceraria Angela Magdici polizia Zurigo

Emergono nuovi dettagli sulla fuga della coppia dalla prigione di Dietikon (Zurigo). Secondo ill marito la donna aveva iniziato a leggere il Corano

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 febbraio 2016 - 11:38

Sono in viaggio verso la Siria. Il marito di Angela Magdici, la guardia carceraria che è fuggita con il detenuto siriano Hassan Kiko, non crede alla versione che circolava con insistenza mercoledì, che dava i due in fuga verso l'Italia.

La donna, ha raccontato al portale 20min.ch, in questi ultimi mesi è cambiata molto. "Ha cominciato a leggere il Corano e mostrava un forte interesse per quanto accade in Siria. Credo si sia convertita all'Islam". L'auto con cui la coppia è fuggita, ha inoltre dichiarato l'uomo, "è anche mia. L'abbiamo pagata metà ciascuno". Per questo motivo ha presentato denuncia in polizia.

Al portale blick.ch l'uomo ha rivelato altri dettagli di quella che fu la sua vita di coppia. "Se n'è andata quattro mesi fa. Ha preso anche tutti i soldi e dei mobili e ha trovato alloggio da un'amica. Da allora non paga più l'affitto". L'uomo si dichiara inoltre affranto del fatto che sua moglie è fuggita con un detenuto condannato per stupro: "probabilmente le piacciono i criminali e io ero troppo buono per lei".

SP

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.