Navigation

Il Senato limita poteri di guerra di Trump

Il Senato statunitense ha approvato giovedì una risoluzione in cui limita i poteri di guerra del presidente Donald Trump. La Casa Bianca, secondo il testo, dovrà chiedere l'autorizzazione del Congresso, prima di intraprendere ulteriori azioni militari nei confronti dell'Iran. Trump si è già detto pronto a porre il suo veto sul provvedimento.

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 febbraio 2020 - 14:30
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 14.02.2020)
I senatori democratici Tim Kaine (Virginia) e Tammy Duckworth (Illinois) illustrano alla stampa il provvedimento. Copyright 2020 The Associated Press. All Rights Reserved

Nel ramo del Congresso con maggioranza repubblicana, ben otto senatori del partito del presidente hanno tradito la linea e votato a favore della risoluzione concepita per porre un freno all'azione di Trump, dopo il raid aereo in cui è stato ucciso il capo delle Guardie rivoluzionarie iraniane Qassem Soleimani.

"La risoluzione di cui dibattiamo oggi ha un unico scopo", ha chiarito il democratico Tim Kaine: "riportare al Congresso ogni decisione riguardo ad azioni di guerra. Non possiamo andare in guerra con l'Iran senza l'autorizzazione del Congresso".

Contenuto esterno

La Camera dei rappresentanti aveva varato un simile provvedimento giorni fa. Ma ad essere scalfito è più il prestigio, che il potere del presidente, il quale potrà usare il suo veto per annullare la risoluzione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.