Navigation

Vivo il secondo pilota de caccia russo abbatto da Ankara

Mosca conferma invece il decesso dell’altro uomo presente a bordo del Su-24 precipitato

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 novembre 2015 - 13:22

È vivo il secondo pilota del cacciabombardiere russo abbattuto martedì. Lo ha comunicato oggi mercoledì il ministro della difesa Serghiei Shoigu. Il militare è stato tratto in salvo e portato alla base militare russa vicino Latakia grazie ad un'operazione congiunta fra Mosca e l'esercito siriano di Bashar al-Assad.

Confermata invece la morte dell'altro uomo a bordo del Su-24 colpito ieri da un missile sparato da un F-16 di Ankara, dopo che il jet aveva sconfinato nello spazio aereo turco. Versione, questa, smentita dal Cremlino, secondo cui il caccia russo di trovava nei cieli siriani.

AFP/ludoC

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.