Navigation

USA, giornalista e operatore uccisi in diretta

L'assassino, dopo l'inseguimento della polizia, si è sparato; è un ex giornalista della rete televisiva colpita e si riteneva forse vittima di insulti razzisti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 agosto 2015 - 21:08

In Virginia, nel sudest degli Stati Uniti, una giornalista e un cameraman della televisione locale WDBJ7 sono stati uccisi mercoledì nel corso di una diretta televisiva.

L'assassino, dopo un lungo inseguimento da parte della polizia, si è sparato ed è morto qualche ora dopo in ospedale. È un ex giornalista delle rete televisiva e non soltanto è stato ripreso dalla telecamera: su Twitter ha poi pubblicato un proprio filmato della sparatoria.

Il duplice omicida aveva intanto spedito ad ABC News un fax di 23 pagine, sequestrato dagli inquirenti. Prima di uccidersi, ha fatto riferimento a insulti razzisti da parte della collega che ha ucciso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.