Navigation

Uomo sposato diventa donna, per la Cassazione il matrimonio resta valido

tvsvizzera

Alessandra e Alessandra continueranno ad essere marito e moglie a tutti gli effetti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 aprile 2015 - 17:50

"E' stata una grande soddisfazione, ci abbiamo sempre creduto. E' una gioia che ci ricompensa di tante sofferenze", fatica a nascondere l'entusiasmo Alessandra Bernaroli, dopo la decisione della Cassazione secondo cui "rimane valido il matrimonio di una coppia eterosessuale anche nel caso in cui uno dei due coniugi cambi la sua identità sessuale".

Nata uomo, Alessandro, nel 1971, aveva sposato una donna nel 2005. Poi il percorso di graduale presa di coscienza della propria identità sessuale l'aveva portato a cambiare sesso, sempre in accordo con la moglie. Una vicenda di cui tvsvizzera.it si era occupata quasi un anno fa Link esterno

Conseguenza inaspettata di questa scelta personale era stato un "reclamo" del Viminale che dichiarava la cessazione degli effetti civili del matrimonio. Ma la coppia non si è mai arresa e ha cominciato una dura lotta fatta di carte bollate contro il divorzio imposto.

"Questa sentenza è molto importante - spiega Bernaroli - perché di fronte alla politica che in questo Paese spesso non decide, sceglie solo di rimandare, dimostra invece il coraggio dei giudici di affermare la dignità e i diritti di tutte le persone. Mi ha fatto piacere - sottolinea - che la notizia sia arrivata proprio il 21 aprile, una data molto importante qua a Bologna: la ricorrenza della 'liberazione'.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.