Navigation

Una nuova forte scossa in Giappone

Case e ponti crollati nel paese asiatico dove è stato mobilitato l'esercito

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 aprile 2016 - 16:00

In Giappone una scossa sismica di magnitudo 7.3, più forte di quella di due giorni fa, ha fatto crollare case e ponti e provocato frane. Il bilancio provvisorio del terremoto, localizzato a 5 chilometri a nord-est di Kumamoto (isola di Kyushu) nel sud del paese, è di oltre 30 morti e centinaia di feriti, ma si teme che vi siano ancora numerose persone sotto le macerie.

Circa 200'000 abitazioni sono senza elettricità e le linee ferroviarie sono interrotte in più punti. Per far fronte all'emergenza è stato mobilitato l'esercito. Il timore è che nelle prossime ore possano esserci altri movimenti tellurici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.