Navigation

Ucraina, no all'invio di osservatori armati

Il Presidente del consiglio europeo Donald Tusk, ha respinto la richiesta di Kiev di inviare osservatori armati nell'est dell'Ucraina

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 aprile 2015 - 20:32

Il Presidente del consiglio europeo Donald Tusk, ha respinto la richiesta di Kiev di inviare osservatori armati nell'est dell'Ucraina. "Possiamo parlare solo di una proposta civile, non militare", ha spiegato Tusk.

L'Unione Europea ha confermato che la zona di libero scambio commerciale con l'Ucraina entrerà in vigore il primo gennaio del 2016.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.