Navigation

Trump contro tutti

C'è una parola che contraddistingue la retorica del milionario post convention: "rigged", truccato

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2016 - 20:29

Il candidato repubblicano alla Casa Bianca si è scatenato in queste ore contro i suoi avversari, fuori e dentro il partito: ha risposto per le rime alle accuse di inadeguatezza di Obama, bollando la sua presidenza come disastrosa e scaricato i repubblicani McCain e Ryan, in corsa per la rielezione al congresso.

Ha anche messo in dubbio il sistema di voto, ventilando brogli a novembre.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.