Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Testimonianza dal fronte Mosul, "follia suicida senza precedenti"

Si continua a combattere incessantemente in Iraq, in particolare a Mosul, dove l'esercito iracheno e i suoi alleati lottano per strappare la città all'autoproclamato Stato Islamico (ISIS). Dopo aver liberato la parte orientale, le forze armate regolari stanno combattendo nei quartieri occidentali e si stanno avvicinando alla città vecchia. La testimonianza della giornalista Francesca Mannocchi per la Radiotelevisione svizzera.

(1)

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Uno degli obiettivi dell’esercito iracheno è riconquistare la moschea di Al-Nuri, dove quasi tre anni fa Abu Bakr al-Baghdadi annunciò la nasciata del Califfato. Un obiettivo simbolico importante, anche se il fine ultimo è riprendere il controllo di tutta la città. Un'avanzata lenta e difficile che per essere completata richiederà almeno altri due mesi.

Intanto a farne le spese sono i civili: le condizioni igienico-sanitarie in molti campi profughi sono precarie ed è difficile trovare assistenza medica adeguata. E a preoccupare è anche l’impatto che una tale situazione di violenza può avere sulle generazioni più giovani.

tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 20.03.2017)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×