Navigation

Swissleaks, l'approfondimento

tvsvizzera

La lista Falciani, l'impazienza della procura belga, le considerazioni dell'esperto di diritto bancario Paolo Bernasconi

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 febbraio 2015 - 22:19

La lista Falciani, con i suoi nomi e i suoi importi, è diventata una lista di accuse contro la filiale ginevrina della banca britannica HSBC. L'istituto, tra il 2006 e il 2007, avrebbe aiutato decine di migliaia di clienti a evadere il fisco. Lo hanno rivelato domenica i giornalisti del quotidiano francese Le Monde e lo hanno ribadito lunedì i colleghi di tutte le testate, anche svizzere, che negli ultimi otto mesi hanno setacciato la famigerata lista.

Da Bruxelles, il giudice istruttore che accusa la filiale ginevrina di HSBC di frode fiscale e riciclaggio ha intanto fatto sapere di avere inviato, due mesi fa, una richiesta di assistenza giudiziaria all'Ufficio federale di giustizia, richiesta che per il momento è ancora sotto esame, ciò che sta facendo spazientire le autorità belghe. Sentiamo la portavoce al microfono del nostro corrispondente Thomas Miglierina.

Tra i clienti della filiale ginevrina di HSBC sono spuntati non solo presunti evasori fiscali ma anche narcotrafficanti o politici ambigui, indagati per corruzione o per finanziamento del terrorismo, persone che di certo stridono con l'immagine di piazza finanziaria pulita che la Svizzera si è voluta dare da ormai 20 anni, con l'approvazione di diverse norme antiriclaggio.

Oltre a ripercorrere le principali tappe della vicenda, lunga più di sei anni, con al centro Hervé Falciani, sentiamo le considerazioni dell'esperto di diritto bancario Paolo Bernasconi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.