Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Stretta di mano tra Russia e Turchia

Di fatto, l'incontro Putin-Erdogan -dopo mesi di gelo nelle relazioni- avrà un impatto sugli equilibri geopolitici internazionali

Pace fatta tra Russia e Turchia. Dopo mesi di gelo, l'incontro a San Pietroburgo tra Putin ed Erdogan segna una svolta nelle relazioni tra i due paesi.

Secondo alcuni, più che strategico questo sarebbe un riavvicinamento di convenienza. Di fatto avrà comunque un forte impatto sugli equilibri geopolitici internazionali, ed è per questo che Europa e Stati Uniti lo hanno osservato con attenzione.

Una stretta di mano che apre una nuova pagina nelle relazioni tra Russia e Turchia. A San Pietroburgo, nella cornice del palazzo di Costantino, Putin e Erdogan si buttano alle spalle mesi di crisi diplomatiche, tensioni e incomprensioni.

"Voglio ringraziare il vero amico Putin per il suo invito: un segnale importante in termini di amicizia e solidarietà. Abbiamo la volontà politica di riportare le relazioni con la Russia al livello pre-crisi o persino a un grado più elevato".

Tanti i temi in agenda. Innanzitutto il pieno ripristino delle relazioni economiche e diplomatiche. Poi la revoca delle sanzioni scattate dopo l'abbattimento del caccia russo nel novembre scorso. E ancora il tursimo, le esportazioni, la costruzione del gasdotto fra Russia e Turchia.

"Il Turkish Stream, il nuovo gasdotto che rifornirà la Turchia con il nostro gas, non è in discussione. È arrivato il momento di prendere delle decisioni politiche concrete per trasformarlo in realtà".

Presa anche la decisione di cooperare nell'ambito della difesa, una prospettiva che potrebbe potenzialmente rivoluzionare l'equilibrio geopolitico nella regione, visto che la Turchia è membro della NATO.

Nessuna novità invece per il conflitto siriano: "Questo tema", ha detto Putin, "richiederà un incontro speciale".

Gli esperti, però, sono cauti. Non tutti sono convinti che una relazione complicata come quella fra Russia e Turchia possa essere "appianata" così facilmente come i due nuovi alleati vorrebbero far credere. Il disgelo rischia di essere ancora molto lungo.

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×