Navigation

Stop ai jihadisti svizzeri

La Confederazione vuole fermare l'ondata di combattenti che raggiungono le zone di guerra

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 febbraio 2015 - 15:21

Berna è decisa a combattere il fenomeno sempre più preoccupante dei combattenti jihadisti che partono dalla Svizzera per le zone di guerra mediorientali. Nel primo rapporto della task force federale non si delineano però misure innovative, ma solo una maggiore prevenzione, grazie al dialogo con la comunità musulmana.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.