Navigation

Stati Uniti, agente uccide un adolescente con 16 colpi di pistola

Nuovi video choc: diffuse le immagini dell'uccisione a Chicago nel 2014 di un giovane afroamericano

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 novembre 2015 - 13:18

Martedì sera è stato diffuso un altro video choc che scuote l'opinione pubblica americana. La violenza gratuita ripresa è quella di un poliziotto che a Chicago nell'ottobre 2014 uccise un giovane afroamericano sparandogli sedici colpi di pistola. Dopo la diffusione del video, proteste pacifiche hanno animato la metropoli statunitense ma senza degenerare nei tumulti violenti temuti in precedenza.

Le immagini rilasciate alla stampa mostrano come Laquan McDonald, 17 anni, pur con un coltello in mano non fosse una minaccia per i poliziotti. Camminava in mezzo alla strada, passando a fianco di alcune volanti della polizia, ma tenendosi bene alla larga dagli agenti.

A riprendere tutto le telecamere poste su un'altra auto che seguiva il giovane. Fatto sta che senza un apparente motivo, uno degli agenti, Jason Van Dyke, ha fatto fuoco sedici volte, a bruciapelo, senza lasciare scampo al giovane stramazzato in terra. Ora il funzionario assassino, accusato di omicidio premeditato, rischia grosso, ossia da vent'anni all'ergastolo.

Reuters /ANSA/EnCa

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.