Navigation

Abdeslam condannato a 20 anni in Belgio

Il palazzo di giustizia di Bruxelles in un'immagine d'archivio. Keystone

Salah Abdeslam e il complice Sofien Ayari sono stati condannati lunedì a 20 anni di carcere per tentato omicidio, attività terroristica e possesso illegale di armi, in relazione alla sparatoria di Forest del 15 marzo 2016.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 aprile 2018 - 13:15
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 23.04.2018)

Lo ha deciso il Tribunale di Bruxelles, che ha accolto le richieste dell'accusa.

Nello scontro a fuoco, che risale a sette giorni prima degli attentati nell'aeroporto e nella metropolitana di Bruxelles, furono feriti 4 poliziotti.

I due imputati riuscirono a fuggire. Abdeslam, unico superstite del commando terrorista che colpì Parigi nel novembre 2015, fu arrestato tre giorni dopo nella capitale belga.

Atti inequivocabili

Per il Tribunale, Abdeslam e Ayari sono colpevoli di tentato omicidio poiché hanno partecipato attivamente alla sparatoria avvenuta nell'appartamento dove erano barricati con armi da guerra tipo kalashnikov.

È "incontestabile", scrivono i giudici, che avessero come obiettivo l'appartenenza a un gruppo terrorista e si muovessero come tali; erano "galvanizzati dall'ideologia salafita".

Contenuto esterno


In aula non erano presenti né il 28enne francese d'origine marocchina, in carcere da due anni in Francia, né il suo complice.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.