Navigation

Siria, niente cessate il fuoco

58 morti causati da un bombardamento su un mercato affollato di Idlib. Anche ad Aleppo niente tregua: 30 morti sotto i colpi degli elicotteri del regime

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 settembre 2016 - 14:51

È salito ad almeno 58 morti il bilancio del raid aereo su Idlib, la città nel nord della Siria controllata dai ribelli e con una forte presenza di gruppi legati ad Al Qaida.

Questo stando all'Osservatorio siriano dei diritti umani. Secondo i soccorritori, potrebbe essersi trattato di un attacco condotto da velivoli russi, che ufficialmente appoggiano il regime di Bashar al Assad nella lotta alle forze jihadiste.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.