Navigation

San Bernardino, una strage pianificata da tempo

I due killer avrebbero parlato di jihad in una chat di incontri prima di sposarsi e vivere insieme negli Stati Uniti

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 dicembre 2015 - 13:17

Stando alle ultime analisi dell'FBI, si è scoperto che Syed Rizwan Farook, uno dei due autori della strage di San Bernardino in California, aveva pianificato un attacco già nel 2012, al quale avrebbe però poi rinunciato in seguito ad alcuni arresti per terrorismo avvenuti nella sua zona.

I due killer avevano mostrato forti tendenze radicali già in anni precedenti, e ancor prima di conoscersi. A quanto pare, i due avrebbero parlato di jihad in una chat di incontri già prima del loro fidanzamento e matrimonio e del loro trasferimento negli Stati Uniti.

La polizia è intenta nel cercare di capire l'intero profilo dei due terroristi che hanno colpito il centro-disabili californiano, ma - ancora adesso - non è chiaro se i due avessero avuto legami con lo Stato Islamico. Oltre a ciò va verificata la possibilità che avessero altri complici, sostenitori o finanziatori.

Per il momento c'é solo un nome, quello di Enrique Marquez, 24enne convertitosi all'islam, vicino di casa di Farook che avrebbe fornito alla coppia i fucili usati per compiere la strage. Subito dopo l'attacco, Marquez si é però fatto ricoverare in una clinica psichiatrica. E poi c'é la questione del misterioso versamento lo scorso mese di 28 mila dollari sul conto dell'assassino.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.