Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Salah Abdeslam, ombre sul lavoro degli inquirenti

I verbali ottenuti da 'Le monde' mostrerebbero che è stato interrogato in modo sommario; persa l'occasione di sventare gli attentati di Bruxelles

Le Monde ha fatto emergere sabato importanti lacune nell'operato della giustizia belga. I verbali ottenuti dal quotidiano francese mostrerebbero come dopo l'arresto di Salah Abdeslam, una settimana fa, gli inquirenti lo abbiano interrogato solo due volte e in modo sommario. Perdendo così l'occasione di capire che l'uomo stava preparando altri attentati. Nel frattempo Abdeslam si è chiuso nel silenzio.

Salah Abdeslam non parla più. Il solo terrorista sopravvissuto agli attentati di Parigi rifiuta di esprimersi dal giorno degli attacchi a Bruxelles.

Ma non è tutto. Il quotidiano francese le Monde, a distanza di una settimana, ha potuto consultare i verbali dell'interrogatorio effettuato il 19 marzo, all'indomani dal suo arresto nel quartiere di Molenbeek.

È qui che emergerebbero le falle dell'inchiesta belga: I due interrogatori sarebbero stati svolti in modo molto sommario, incentrato soprattutto sugli attacchi di Parigi e poco incalzante anche riguardo ai complici che gli hanno permesso di nascondersi.

Le risposte messe a verbale, tra le incoerenze, responsabilizzano soprattutto il fratello Brahim. Salah giura poi di aver visto Abdelhamid Abaoud solo una volta nella vita, alla vigilia degli attentati. Si conoscevano invece dai tempi dell'infanzia ed era risaputo.

Alle menzogne, gli inquirenti non avrebbero reagito mettendolo con le spalle al muro e costringendolo a parlare. Durante la cattura Salah Abdeslam è stato ferito ad una gamba e subito operato, ma le giusitificazioni mediche non tengono.

Due interrogatori di un'ora ciascuno, nulla di più per colui che è stato l'uomo più ricercato d'Europa per ben 125 giorni. Un fatto che rivela l'inadeguatezza delle strutture investigative e della giustizia belga che sembra COSÌ essersi fatta scappare l'occasione per sventare gli attentati di Bruxelles.

×