Navigation

Rousseff, sospensione vicina

Primo sì all'impeachment contro la presidente brasiliana che rischia di essere destituita

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 aprile 2016 - 13:10

Dilma Rousseff potrebbe essere sospesa entro la fine della settimana. Con 38 voti a favore e 27 contrari, la Commissione speciale della Camera dei deputati ha deciso lunedì di portare avanti la messa sotto accusa (per corruzione) della presidente brasiliana. Il processo passa ora al vaglio della sessione plenaria della Camera, che entro domenica prossima dovrà decidere, a maggioranza dei due terzi, se convalidare o meno l'impeachment. In caso di approvazione l'iter proseguirà al Senato e Rousseff sarà sospesa dalle sue funzioni per sei mesi. In attesa di una decisione definitiva sulla sua sorte la guida del paese sarà affidata al vicepresidente Michel Temer.

L'ultima destituzione di un Capo di Stato brasiliano risale al 1992, quando Fernando Color de Mello, accusato anch'esso di corruzione, presentò le dimissioni poco prima della condanna emessa dal Senato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.