Navigation

Una "striscia della morte" diventata parco

A Berlino, i luoghi lungo i quali correva il muro che ai tempi della Guerra fredda divideva la Germania dell'est da quella dell'ovest sono oggi diventati un parco nazionale.

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 ottobre 2018 - 08:31
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 3.10.2018)

Fra il 1961 e il 1989, oltre 100 persone sono state uccise dalla polizia di frontiera della Repubblica democratica tedesca (DDR) mentre cercavano di fuggire ad ovest superando il famigerato muro. Proprio per questo molti tedeschi lo hanno definito la "striscia della morte".

Oggi, al posto del confine in cemento e filo spinato vi è una lunga striscia verde, con alberi e prati. Il luogo che in passato simboleggiava la divisione, è così diventato un posto di aggregazione. Il reportage della Radiotelevisione svizzera in occasione del 28esimo anniversario della riunificazione tedesca:

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.