Restrizioni di viaggio Gli USA chiudono le frontiere agli europei

Il presidente americano Donald Trump ha annunciato mercoledì che tutti i viaggi dall'Europa agli USA saranno sospesi per 30 giorni.

aeroporto visto da dietro una grata

Per il prossimo mese gli aeroporti americani saranno 'off limits' per chi è transitato da paesi dell'area Schengen.

Keystone / John G. Mabanglo

Ad essere toccati dal provvedimento – effettivo a partire dalla mezzanotte di venerdì – sono i 26 paesi che fanno parte dello Spazio Schengen, tra cui la Svizzera. Il Regno Unito è per contro escluso dalla misura.

"Ho deciso di intraprendere azioni forti ma necessarie per proteggere la salute e il benessere di tutti gli americani", ha detto Trump in un discorso dall'ufficio Ovale della Casa Bianca. "Sono convinto – ha proseguito – che prendendo provvedimenti severi attenueremo in modo significativo la minaccia per i nostri cittadini e avremo rapidamente la meglio su questo virus".

Il servizio del TG:


"Virus straniero"

Nel corso dell'allocuzione, il presidente statunitense ha parlato di "virus straniero". Qualche giorno fa, il capo della diplomazia USA Mike Pompeo aveva dal canto suo suscitato polemiche – e l'ira di Pechino – parlando del "virus Wuhan".

Donald Trump è stato accusato da alcuni funzionari e scienziati di cercare di minimizzare la crisi e di inviare messaggi incoerenti, a volte contraddicendo quelli delle autorità sanitarie. Negli Stati Uniti l'epidemia ha causato finora 37 decessi ; i contagiati sono quasi 1'300.

Poche ore prima del discorso presidenziale, il direttore dei Centers for Disease Control and Disease Prevention Robert Redfield aveva stimato che il principale rischio di diffusione dell'epidemia negli Stati Uniti proveniva dal Vecchio Continente.

Il commercio non è toccato

"La vera minaccia per noi ora è l'Europa", ha detto. "Ecco da dove vengono i casi. Per dirla senza mezzi termini, l'Europa è la nuova Cina".

Le restrizioni annunciate da Trump non dovrebbero toccare il commercio. I divieti "bloccano le persone, non le merci", ha precisato su Twitter l'inquilino della Casa Bianca.

Trump ha inoltre accusato l'Europa di "non essere stata capace di prendere le stesse precauzioni" degli Stati Uniti, limitando i viaggi da e per la Cina e altre zone sensibili.

Il decreto firmato da Trump vieta l'entrata nel territorio statunitense di cittadini stranieri che si sono recati nei paesi dell'area Schengen nei 14 giorni precedenti la data prevista del loro arrivo negli Stati Uniti. Le restrizioni non riguardano le persone con un permesso di soggiorno negli USA.

Il Dipartimento di Stato ha anche pubblicato una nota nella quale consiglia ai cittadini americani di rivedere i loro piani di viaggi all'estero.

L'impatto su Swiss

Il divieto d'ingresso per i cittadini europei interessa anche Swiss e la sua casa madre Lufthansa.

"Stiamo attualmente valutando l'impatto delle linee guida recentemente annunciate dal Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti sulle nostre operazioni di volo verso gli USA", ha indicato una portavoce all'agenzia Awp.

"In questo contesto, la sicurezza e il benessere dei nostri clienti e degli equipaggi è la nostra massima priorità. Forniremo ulteriori informazioni il prima possibile", ha aggiunto.


Parole chiave